DSCF0729.JPG

Ritratto di

TOTI DAL MONTE

"Toti Dal Monte, usignuolo d'Italia", 2022.

Olio su tela cm. 120x180. Pieve di Soligo (TV), Villa Brandolini d'Adda. Museo Toti Dal Monte. 

Toti Dal Monte, usignuolo d'Italia_edited.jpg
Toti Dal Monte, usignuolo d'Italia
DSCF0729_edited.jpg
Toti Dal Monte è stata una grande soprano della prima metà del '900. Ho collezionato dischi d'epoca a 78 giri fin dalla tenera età. Avendo acquistato uno stock di dischi d'opera un paio di anni fa, mi sono imbattuto in alcune sue mirabili incisioni di Lucia di Lammermoor, Madama Butterfly e La Traviata. La sua meravigliosa voce mi ha talmente impressionato che ho deciso di approfondire la sua figura studiando la sua vita e la sua tecnica vocale. L'idea di realizzare un dipinto che potesse rappresentarla è nata quando ho contattato il Maestro Giancarlo Nadai, Direttore dell'Associazione "Toti Dal Monte" di Pieve di Soligo. Quest'anno (2022) ricorre il 50° anno di fondazione dell'associazione e, quindi, l'idea di realizzare un ritratto per il Museo della cantante era quasi automatica. Dopo un attento studio della sua personalità, ho pensato ad un'opera d'arte che potesse rappresentarla in modo biografico. Lei, al centro, domina la composizione. L'abito nero, del 1935, risalta sullo sfondo luminoso in cui si trova la sua villa liberty. I drappi porpora suggeriscono la scenografia teatrale (Toti Dal Monte cantò in tutti i più grandi teatri del Mondo) e, alla base della colonna, un usignolo richiama le sue doti canore mentre, in basso, le partiture di Lucia di Lammermoor di Donizetti e di Madama Butterfly di Puccini. Ho amato molto realizzare questo dipinto poiché in esso non c'è solo pittura ma anche grande musica. Quella musica che accompagna sempre ogni mia pennellata e dalla quale mi sento rappresentato.